Chi è il Prof. Rondanelli

Il Prof. Elio Guido Rondanelli è nato a Castelnuovo Scrivia (Alessandria), il 9 maggio 1924.

Attualmente è Direttore Scientifico della Fondazione e Gruppo Policlinico di Monza

Direttore Scientifico dell'IRCCS Policlinico S. Matteo di Pavia dal 1983 al 1993.

Direttore dell'Istituto di Clinica delle Malattie Infettive, della scuola di Specializzazione in Malattie Infettive dell'Università degli studi di Pavia dal 1965 al 1994.

Già libero docente in Istologia, embriologia generale, Patologia Speciale Medica e Metodologia Clinica.

 

Trattato infezioni ospedaliere

trattato infezioni ospedaliere Rondanelli L'opera "Infezioni correlate all'assistenza in ospedale e sul territorio" di Rondanelli, Moro, Grossi e Marone, edito da Selecta Medica, affronta un tema di grande attualità: le infezioni contratte da persone assistite in ospedale o in ambito territoriale (in ambulatorio, in strutture residenziali, ecc.). Il panorama della sanità è profondamente mutato negli ultimi anni, l'invecchiamento della popolazione, l'incremento di pazienti con deficit immunitario, la riorganizzazione delle strutture di ricovero e cura che comprendono non solo l'ospedale per acuti ma anche il centro di riabilitazione e la residenza sanitaria assistita ed infine il ricorso sempre più frequente all'assistenza domiciliare e ambulatoriale hanno determinato un nuovo scenario caratterizzato da complicanze infettive correlate ad atti medici e infermieristici. Queste patologie vedono coinvolti numerosi specialisti. Non a caso il libro di Rondanelli è frutto del contributo di diverse figure professionali quali specialisti di malattie infettive, igienisti, microbiologi, internisti, chirurghi e professionisti della sanità non medici.

Nella prima parte viene delineata la storia delle infezioni ospedaliere e vengono trattati gli aspetti legislativi e relativi ai costi e costo-beneficio dei programmi di controllo. La sezione relativa all'organizzazione dei servizi di controllo offre un completo ed esaustivo panorama della realtà nazionale e regionale, affronta inoltre le problematiche relative al ruolo dei CIO e del laboratorio di microbiologia. Il Prof. Brusaferro delinea magistralmente il ruolo della Direzione Medica nel controllo del rischio infettivo, mentre la Dott.ssa Curti e la Dott.ssa Vizio si occupano nei rispettivi capitoli della Farmacia e dell'infemiera addetta al controllo delle infezioni. Una particolare menzione meritano i due capitoli della Dott.ssa Moro, indiscussa opinion leader dell'argomento, sull'epidemiologia, la sorveglianza attiva e la gestione degli eventi epidemici. I vari capitoli di quest'ultima sezione dedicata all'epidemiologia analizzano i nuovi scenari determinati dai mutamenti del servizio sanitario. Non vengono poi trascurati gli aspetti legati all'impressionante progresso delle scienze mediche, al ruolo di internet e del sistema informativo sanitario. Un'ampia parte dell'opera è dedicata alle infezioni negli operatori sanitari. A seguire vengono trattate le principali infezioni correlate all'assistenza e i microrganismi più frequentemente in causa, con particolare riferimento ai patogeni multiresistenti. Si deve per correttezza segnalare che su talune tematiche alcuni autori presentano punti di vista differenti, ma la vastità dell'opera e la differente estrazione degli autori rendono inevitabili queste disomogeneità. L'opera è arricchita da una iconografia di elevata qualità e presenta una curata veste editoriale. Il libro di Rondanelli, Moro, Grossi e Marone può essere considerato un compendio pratico, aggiornato ed utile, anche a scopo didattico e rappresenta un ottimo punto di riferimento per le diverse figure che si occupano di infezioni correlate all'assistenza quali igienisti, infettivologi, microbiologi e anche, più in generale, chirurghi, internisti e operatori sanitari non medici.